Riciclare l’Acqua della Minipiscina: Ecco come fare.

15 October 2019

Riciclare l’Acqua della Minipiscina: Ecco come fare.

A tutti piace avere la possibilità di concedersi un bagno rilassante in compagnia delle persone più care all’interno di una minipiscina dotata di sistema idromassaggio. Si tratta non solamente di toccasana per l’organismo, in grado di attenuare i livelli di stress e di affaticamento muscolare. La presenza di uno di questi dispositivi all’interno della propria abitazione infatti, oltre a costituire un valore aggiunto per tutto l’immobile, permette di organizzare dei fantastici party estivi, diventando il vero e proprio centro della festa, capace di rallegrare gli animi e creare un’atmosfera rilassante e speciale.

Le strutture moderne mettono a disposizione degli utenti la possibilità di scaldare il liquido e possono quindi essere utilizzate durante tutto l’arco dell’anno. Capita però che ci sia il bisogno di svuotare la minipiscina sia per provvedere alla pulizia di tutte le componenti, sia perché spesso non si dispone di uno spazio consono all’uso nei mesi più freddi dell’anno. La domanda sorge spontanea: cosa fare del liquido presente all’interno della vasca? È possibile riciclarlo e recuperarlo per qualche altro utilizzo? Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza, e andiamo a vedere assieme agli esperti del blog come è possibile recuperare l’acqua della minipiscina, per ridurre gli sprechi e ottimizzare i consumi.

Come utilizzare l’acqua riciclata della minipiscina

L’acqua, si sa, è un bene prezioso e di vitale importanza, per cui sono tantissime le persone che si impegnano attivamente per limitarne il consumo. Una gestione più oculata e accorta di questa risorsa però non significa rinunciare in toto al piacere di un bagno rilassante. L’acqua presente in vasca può infatti venire riciclata e riutilizzata per molte attività che quotidianamente si svolgono, sia in casa che in giardino.Per riciclare l’acqua della minipiscina idromassaggio da esterno sarà innanzitutto necessario procurarsi un piccolo deposito, per immagazzinare il liquido ed averlo pronto all’uso nel momento del bisogno. Il travaso può avvenire in diversi modi, sia per caduta, nel caso in cui la vasca si trovasse in una posizione superiore, che attraverso l’utilizzo di una pompa esterna.

Questi gli utilizzi che si possono fare dell’acqua recuperata:

  • Lavare gli animali domestici: un ottimo modo per evitare gli sprechi potrebbe essere quello di riutilizzare l’acqua per provvedere alla pulizia ed all’igiene del proprio amico a quattro zampe;
  • Lavaggio auto e moto: si è calcolato che per la pulizia del proprio veicolo sono necessari circa 150L di liquido. Moltiplicate questa cifra per tutte le auto in circolazione e capirete perché è importante ridurre i consumi a partire dalle attività quotidiane di questo tipo;
  • Pulizia cortile e pavimentazioni esterne: anche in questo caso il recupero permette di limitare in maniera considerevole i consumi.

È possibile recuperare l’acqua della minipiscina per innaffiare il giardino?

Le sostanze utilizzate per il trattamento del liquido contenuto nella vasca evaporano rapidamente, pertanto non esiste nessuna controindicazione delle acque riciclate per innaffiare le piante del giardino e l’orto. L’unico accorgimento che ci sentiamo di dare è di aspettare per alcuni giorni dopo il travaso.

Abbiamo visto che sono veramente tantissimi gli utilizzi che si possono fare per evitare gli sprechi e riciclare l’acqua della minipiscina. Continua a seguirci per rimanere aggiornato con tutti i suggerimenti degli esperti del nostro blog.


Visita anche
Minipiscina detta anche piscina fuori terra o vasca idromassaggio
Minipiscina detta anche piscina fuori terra o vasca idromassaggio
I nostri Partner
Partner Zelo's Beach Club
Terme di Genova Partner
Grande Fratello Vip partner
Minipiscina.net, un marchio: Dimhora Srl via Val Lerone 21 - 16011 Arenzano (GE) - Cap. Soc. Euro 100.000,00 - P.Iva: 02263590990
Realizzazione e Web Marketing: Queryo